Un crimine di femminicidio anche a Carmagnola: nessuno puo’ restare indifferente!

Ci uniamo al comunicato diffuso dall’Associazione Interculturale Karmadonne e l’Associazione Giorgina Devalle UDI affinché i crimini di femminicidio non vengano nè ignorati nè dimenticati. È necessaria una politica in grado di eliminare la cultura della violenza in tutti gli ambiti.

Continua a leggere “Un crimine di femminicidio anche a Carmagnola: nessuno puo’ restare indifferente!”

Scuola e Covid-19: ancora poca chiarezza

Il ritorno tra i banchi di scuola previsto per settembre lascia molti dubbi e porta con sé una serie di problematiche che affliggevano il sistema scolastico da ben prima dell’inizio della pandemia.

Spazi disponibili, personale docente e ATA in servizio, collaborazione con le famiglie e didattica sono solo alcune delle criticità che vengono in mente pensando all’inizio del venturo anno scolastico.

Continua a leggere “Scuola e Covid-19: ancora poca chiarezza”

Il San Lorenzo ancora una volta strumentalizzato

Nei giorni scorsi, la Lega carmagnolese ha costruito l’ennesima polemica sterile, strumentalizzando il contenuto di una circolare ministeriale. Il segretario locale, con un comunicato dai toni sensazionalisti tipici del suo partito, ha lasciato intendere che il Ministero avesse bloccato la creazione del nuovo reparto Covid presso l’ospedale San Lorenzo.

Non è così. Semplicemente sono stati richiesti alcuni chiarimenti alla Regione, che li ha già inviati, perciò i nuovi posti di terapia intensiva sono confermati.

Continua a leggere “Il San Lorenzo ancora una volta strumentalizzato”

Nei giorni scorsi, la Lega carmagnolese ha costruito l’ennesima polemica sterile, strumentalizzando il contenuto di una circolare ministeriale. Il segretario locale, con un comunicato dai toni sensazionalisti tipici del suo partito, ha lasciato intendere che il Ministero avesse bloccato la creazione del nuovo reparto Covid presso l’ospedale San Lorenzo.

Non è così. Semplicemente sono stati richiesti alcuni chiarimenti alla Regione, che li ha già inviati, perciò i nuovi posti di terapia intensiva sono confermati.

Continua a leggere “Il San Lorenzo ancora una volta strumentalizzato”

DDL PILLON, rinviata la discussione a settembre, ma non è una vittoria.

Il contestatissimo decreto sull’affido condiviso dei figli delle coppie separate confluirà in un testo unificato con gli altri cinque disegni di legge e le osservazioni espresse dalle associazioni, ma il pericolo non è scampato. La Commissione Giustizia del Senato, che lavora sul testo, ha rinviato (nella riunione del 23/6) la discussione a nuova data, probabilmente a settembre, riaffidando però a Pillon l’incarico di riscrivere un testo unico sull’affido. L’esito della riunione della commissione giustizia non è una vittoria e la battaglia non è ancora finita.

Grazie al presidio a Montecitorio ed in numerose città italiane delle associazioni femminili e femministe e sindacali, c’è stato il rinvio dell’esame dei disegni di legge per definire un testo unificato, ma ciò indica che la maggioranza di governo intende perseguire l’obiettivo di una nuova legislazione sulla “bigenitorialità” come stabilito anche nel contratto di governo. Probabilmente a settembre ci troveremo di fronte ad un testo che mette insieme il ddl Pillon e gli altri testi collegati, che contengono ipotesi inammissibili, dal riconoscimento giuridico dell’embrione alla definizione che è violenza domestica solo se quotidiana.

Va tenuta viva la mobilitazione sulla rete e la costante attenzione, contrapporsi per far capire a tutt* che questo è un pericolo serio da non sottovalutare.

«C’è una tendenza a riconsiderare i diritti delle donne, un vento di restaurazione che soffia forte in Italia ma anche in altri Paesi, come Usa, Polonia, Ungheria, Russia. Il tentativo è quello di riportare indietro la società verso schemi superati. Quello del pater familias e quindi della centralità di questa figura a discapito di tutte le altre».

Vilma Nicolini

Parcheggi a pagamento: la novità dell’estate

Il Consiglio comunale di luglio ha riservato alcune sorprese, la più rilevante delle quali é stata la “scoperta” sul tema dei parcheggi a pagamento.

Il Sindaco aveva sempre parlato del provvedimento come di un’ipotesi ancora in via di definizione. In varie occasioni, quando abbiamo dubitato che (sotto sotto) fosse già tutto deciso, siamo stati accusati di voler strumentalizzare il tema a fini di propaganda. L’amministrazione si é sempre sottratta alla discussione, dicendo che era prematuro parlarne.

Ebbene, nell’ultimo Consiglio abbiamo denunciato che i proventi dei parcheggi a pagamento sono già inseriti a bilancio come una delle poste su cui si reggono le finanze comunali. Tutto deciso quindi, e almeno dallo scorso febbraio: con le cifre “occultate” ai consiglieri di minoranza, nonostante le nostre insistenze, perché la contabilità viene presentata in forma aggregata, con le vere decisioni ben nascoste nei vari capitoli.

Una vicenda a nostro giudizio opaca, per lo meno sotto il profilo politico e della tanto decantata “trasparenza”. Una decisione così importante per la vita della città e le tasche dei cittadini richiede una sincerità che é del tutto mancata, richiede una discussione franca e aperta, una valutazione pubblica alla quale la Giunta ora non potrà più sottrarsi.

Continua a leggere “Parcheggi a pagamento: la novità dell’estate”